Apple ha vissuto alcuni minuti di imbarazzo durante la presentazione della funzionalità del Face ID dell’iPhone X. Craig Federighi, infatti, aveva il compito di mostrare al pubblico il funzionamento del sistema di riconoscimento del volto ma qualcosa è andato storto ed il sistema non l’ha riconosciuto. Anzi, l’iPhone X ha mostrato la schermata per l’inserimento del codice necessario per sbloccare manualmente il telefono.

Trattandosi della prima dimostrazione del Face ID, l’imbarazzo è stato sicuramente grande perché il problema poteva dare l’impressione che il sistema di riconoscimento del volto, in realtà, non funzioni bene come dichiarato da Apple. In realtà, un problema c’è stato ma non da parte del Face ID. Infatti, Craig Federighi ha dovuto cambiare l’iPhone X per continuare la dimostrazione.

In buona sostanza sull’iPhone X era comparsa, in realtà, la schermata che appare dopo ogni riavvio di un iPhone e che chiede lo sblocco manuale attraverso il codice. Una misura di sicurezza ben nota da tempo ed introdotta con il Touch ID. Questo significa che l’iPhone X della presentazione era stata appena acceso o riavviato ma che non era stato ancora sbloccato.

Probabilmente, chi prepara gli smartphone per la presentazione, si era dimenticato di farlo. Non cambia, però, il fatto che ci siano stati alcuni minuti di puro imbarazzo da parte di Apple.

Il Face ID si potrà toccare con mano dal 3 novembre, quando l’iPhone X entrerà in commercio.