Al momento della presentazione dei nuovi iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus, Apple ha sottolineato non solo l’arrivo dell’attesa ricarica wireless ma anche del supporto alla ricarica veloce che permette di ricaricare i nuovi smartphone in meno tempo. Infatti, i nuovi melafonini, secondo quanto riportato dalle loro specifiche tecniche, potranno essere ricaricati del 50%, partendo da zero, in appena 30 minuti.

Tuttavia, la ricarica rapida non potrà essere sfruttata utilizzando il normale alimentatore compreso della confezione. Infatti, leggendo con attenzione tra le specifiche dei nuovi smartphone, appare evidente che per sfruttare questa nuova ed utile caratteristica sia necessario dotarsi di un alimentatore USB-C. Apple elenca anche quali siano questi modelli, identificati con le sigle A1540, A1718 e A1719 venduti al prezzo di 59, 79 e 89 euro. A parte, inoltre, andrà comprato anche il cavo Lightning/USB-C che permetterà di collegare i nuovi iPhone a questi speciali alimentatori.

Insomma, per poter sfruttare la ricarica veloce su iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus bisognerà mette in conto di spendere quasi altri 100 euro.

Trattasi di una scelta molto particolare quella di Apple ma non del tutto inattesa. Nel corso degli ultimi mesi, tra le varie speculazioni sui nuovi iPhone, emerse anche la notizia che Apple avrebbe abilitato la ricarica rapida ma solo con l’utilizzo di alimentatori esterni.

L’alimentatore di default venduto con i nuovi iPhone è quello classico da massimo 5W.