Compri un nuovo smartphone e nemmeno hai il tempo di accenderlo e configurarlo per la prima volta che già trovi il menù e le homescreen cariche di applicazioni predefinite. Tutti i dispositivi e di ogni marca e sistema operativo, anche se in misure differenti, presentano questo problema, Apple inclusa; anche su iPhone è infatti presente una varietà di app installate di fabbrica che non possono essere rimosse, e spesso devono essere relegate in una cartella nell’ultima schermata, dove non si vedono in modo che non sembrino nemmeno presenti. Per fare qualche esempio, tra queste app spesso si trovano Bussola, Borsa, Podcast, e Suggerimenti.

Potrebbero però esserci presto interessanti sviluppi, come riporta The Verge, perché Apple potrebbe presto consentire – stando a quanto affermato dal CEO dell’azienda Tim Cook – di rimuovere almeno alcune delle app predefinite che troviamo su iPhone quando lo acquistiamo. Allo stesso tempo però è stato affermato anche che alcune applicazioni saranno ancora impossibili da rimuovere, e queste sono per esempio Messaaggi, Safari e Mail. La ragione di ciò è che alcune applicazioni, ha spiegato Cook, sono collegate ad altri elementi su iPhone, e la loro rimozione causerebbe problemi, anche di una certa importanza, nel sistema operativo tutto.

Non sono state rivelate informazioni più precise a proposito dell’arrivo concreto su iPhone di tale possibilità, ma con l’uscita in data odierna (16 settembre) di iOS 9, è possibile ipotizzare che con uno dei prossimi aggiornamenti le app predefinite indipendenti da altre funzioni possano essere finalmente essere eliminate dagli utenti. Apple è solita dare voce alle volontà dei suoi utenti, e non possiamo fare altro che sperare perché tale possibilità sia concretizzata in breve tempo.