Di recente una ragazzina di quattordici anni, a Kennebunk, nel Maine, è stata portata all’ospedale in seguito a delle ustioni dovute all’improvvisa esplosione del suo iPhone 5C. La ragazzina teneva il dispositivo nella tasca posteriore dei jeans, quando questo è esploso rilasciando una grossa quantità di fumo e attirando l’attenzione dei compagni di classe. A salvare l’adolescente è stata la sua prontezza con la quale ha sfilato i pantaloni, evitando ulteriori danni.

I casi come questi sono molto rari è doveroso ammetterlo, ma questo sembra quasi una novità, in quanto i casi di esplosione di iPhone erano causati dall’utilizzo di caricabatterie non originali. Successivamente a questo caso sono stati interpellati alcuni rivenditori di Portland che hanno spiegato che questi dispositivi, specie iPhone – in generale – sono molto sicuri e casi come questi sono molto rari.

Se facciamo mente locale però sono parecchi i casi simili: Un uomo in New Jersey si vede esplodere l’iPhone e viene ferito e chiede un risarcimento di 75.000 dollari, un iPhone esplode in mano ad una donna Cinese durante una lunga telefonata, e una ragazza ventitreenne muore per una forte scossa data dall’iPhoneLa dinamica dei fatti resta da chiarire, Apple per ora, non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali.