Tra pochi giorni, il 12 settembre, Apple presenterà ufficialmente il nuovo iPhone 8. C’è molta attesa per questo innovativo modello, perché Apple dovrà chiarire alcuni suoi aspetti. Se dal punto di vista tecnico si sa quasi tutto grazie ai vari indizi emersi dalla rete nel corso del tempo, Cupertino dovrà chiarire, soprattutto, le sue disponibilità. Nel tempo, infatti, molte indiscrezioni sostenevano che l’iPhone 8 sarebbe arrivato in commercio in ritardo o in tempo ma con quantità molto ridotte.

Su questo tema, a mettere nuova carne sul fuoco, ci pensa il Wall Street Journal che in un nuovo report ha affermato che la produzione di iPhone 8 è in ritardo di circa un mese. Proprio per questo, Foxconn, l’azienda che realizza tutti gli iPhone, sta provando ad assumere nuovo personale per rimediare a questo ritardo. Il ritardo sarebbe da ricercarsi in problemi di produzione che avrebbero afflitto il nuovo melafonino.

Problemi derivanti delle nuove specifiche produttive di Apple che sull’iPhone 8 ha introdotto tantissime novità. Il problema maggiore, in particolare, si sarebbe avuto con l’integrazione del pannello OLED, ben più difficile da gestire rispetto ai più classici LCD. Ritardi si sarebbero avuti anche perché Apple avrebbe provato ad inserire, senza successo, il Touch ID sotto il display.

Questo ritardo, sicuramente, potrebbe impattare sulle disponibilità iniziali dell’iPhone 8. Se il ritardo non sarà recuperato, le scorte iniziali del nuovo melafonino saranno, davvero, molto basse e gli utenti potrebbero dover attendere più tempo per poter mettere le mani sul nuovo nato.