I nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus di Apple sono stati messi in vendita a prezzi leggermente superiori a quelli dei precedenti iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Una differenza che sembra essere riconducibile ad un maggiore costo di costruzione. Sebbene non esistano cifre esatte, IHS Markit ha condotto una ricerca cercando di stabilire quanto costi produrre un iPhone 8.

Secondo questa analisi, il nuovo iPhone 8, nella declinazione con 64GB di flash storage, costerebbe ad Apple 247,51 dollari contro i 237,94 dollari necessari per l’iPhone 7 con 32GB di flash storage. L’iPhone 8 Plus 64GB costerebbe, invece, 288,08 dollari contro i 270,88 dollari necessari per l’iPhone 7 Plus.

Questo aumento di costi di produzione sarebbe dovuto a memoria, fotocamera e processore che presentano prezzi superiori. Per esempio, il nuovo processore A11 Bionic, infatti, costerebbe 5 dollari in più rispetto al predecessore, mentre lo storage più capiente costerebbe 6 dollari in più. Curiosamente, questi tre elementi sono anche quelli che caratterizzano i maggiori miglioramenti di tutti i nuovi iPhone 8 che spiccano per prestazioni e qualità fotografiche.

Maggiori costi che Apple, poi, fa ricadere sull’utente finale. Ovviamente, le stime di IHS Markit non sono ufficiali e soprattutto non tengono conto di altri parametri come la ricerca, la produzione, il marketing e tanti aspetti relativi alla progettazione di uno smartphone. La stima riguarda, infatti, solamente la componentistica hardware.

Comunque, almeno a livello hardware, i nuovi iPhone 8 costano di più ad Apple rispetto ai passati iPhone 7.