Apple ha sinora sempre utilizzato schermi LCD per i propri iPhone, ma questa scelta potrebbe cambiare tra un paio d’anni, quando l’azienda di Cupertino dovrebbe passare all’assemblaggio del nuovo iPhone 8 (se così si chiamerà, difficile ipotizzare a così tanto tempo di distanza) con l’integrazione di schermi con tecnologia OLED. Tale scenario è stato già ipotizzato nelle settimane precedenti per iPhone 7, ma ora viene smentito e prende ancora di più corpo in una previsione del sito giapponese Nikkei.

A riportare il tutto è però un portale ancora più autorevole quando si parla di Apple, MacRumors, secondo cui il cambio di programma potrebbe avere luogo a partire dal 2018, con le aziende già in allerta e in programmazione per aumentare il volume di produzione dei display. Già, perché nell’eventualità che la previsione si concretizzasse, la Mela vedrebbe le forniture di schermi OLED da parte di Samsung, che al momento è l’unica in grado di produrre in massa pannelli per smartphone, e con ogni probabilità anche LG Display che invece è specializzata nell’OLED per schermi dei televisori.

Le ripercussioni nell’abbandono su iPhone 8 della tecnologia LCD sarebbero molto forti logicamente sulle aziende che attualmente forniscono gli stessi schermi LCD ad Apple, ovvero Sharp e Japan Display, per questo motivo potrebbe non cessare la vendita di iPhone con tale tecnologia nel display, ma semplicemente essere affiancata a questa l’introduzione di smartphone con pannelli OLED.

I display AMOLED utilizzati da varie aziende – tra tutte Samsung – consentono la visualizzazione di immagini più nitide e colori più brillanti rispetto agli LCD, ma sono generalmente più costosi ed hanno una durata inferiore. Apple avrebbe già dialogato diverse volte con Samsung secondo alcune voci, ma non avrebbe intenzione almeno per i prossimi tre anni (dunque sino a quello che dovrebbe essere iPhone 8) di lasciare gli LCD per quello che il prossimo anno dovrebbe essere iPhone 7 e nel 2017 ipoteticamente iPhone 7s, migliorandone la qualità insieme all’azienda partner Foxconn.