Secondo diverse indiscrezioni il prossimo top di gamma della mela morsicata, iPhone 8, non avrà un sensore Touch ID per impronte digitali ma proporrà un nuovo (e avveniristico) sistema di scansione 3D del volto.

Una tecnologia che potrebbe rivelarsi però un’arma a doppio taglio nel caso in cui non fosse sufficientemente veloce, come in molti addetti ai lavori hanno paventato. A spazzare via ogni dubbio un nuovo rumor che arriva dall’Asia e secondo il quale questa funzione dovrebbe essere molto veloce.

Stando all’indiscrezione riportata dal sito Korea Herald, il riconoscimento del volto su iPhone 8 avverrebbe in pochissimo tempo. Nello specifico, in solo un milionesimo di secondo. Super veloce, quindi. Questo sistema, grazie a degli speciali sensori infrarossi, è in grado di fissare centinaia di punti del volto dell’utente andando così ad evitare che la tecnologia si possa “confondere” nel riconoscere i visi di persone diverse.

La novità del riconoscimento facciale per iPhone 8 non sarà semplicemente la possibilità di attivare lo smartphone tramite il volto anziché password o impronte digitali, ma il fatto che il volto dell’utente sarà analizzato in tre dimensioni e non due coma fanno tecnologie già viste su altri dispositivi. Una possibilità che rende molto più difficile il furto del terminale rispetto alle altre tecnologie di riconoscimento bidimensionale volto e iride, che possono essere bypassati semplicemente tramite una fotografia.