TSMC avrebbe iniziato la produzione del chip A11, il cuore pulsante del prossimo iPhone 8. La notizia è stata riportata da Digitimes, nota fonte affidabile da sempre molto vicina al mondo della mela morsicata. TSMC, inoltre, sarà l’unico fornitore dei chip per l’iPhone 8. Trattasi di un processore di nuova concezione con un processo produttivo a 10 nm. In realtà, TSMC è indietro sulla tabella di marcio. La produzione doveva, infatti, partire per il mese di aprile ma il passaggio alla nuova architettura costruttiva a a 10 nm avrebbe comportato qualche problema di troppo.

L’obiettivo iniziale era quello di produrre 50 milioni di pezzi per luglio ma visti i ritardi non è detto che questo traguardo sia raggiunto con puntualità. La realizzazione del chip A11 è solo uno dei problemi che Apple sta affrontando per la realizzazione del suo nuovo ed innovativo iPhone 8. Molti fornitori, infatti, hanno avuto alcuni problemi di progettazione e di realizzazione dei loro componenti. Problemi hanno riguardato la nuova fotocamera posteriore con sensore 3D, il touch screen sotto il display ed altri piccoli ma importanti elementi che compongono il nuovo melafonino.

Proprio per questo erano girate delle voci che l’iPhone 8 avrebbe potuto arrivare in ritardo. In realtà, l’iPhone 8 arriverà puntuale ma queste problematiche realizzative faranno si che la sua disponibilità, almeno all’inizio, non sia per nulla abbondante.

Tuttavia trattasi sempre di speculazioni che come tali vanno prese. Dettagli più precisi arriveranno nel corso dei prossimi mesi.