Solo pochi giorni fa ha avuto inizio la commercializzazione di iPhone 7, il nuovo smartphone Apple, e della sua variante Plus da 5.5 pollici. Sono bastate però queste poche ore perché si presentassero i primi problemi con il dispositivo, che secondo una serie di segnalazioni da parte degli utenti presenterebbe alcuni strani rumori quando sotto carico. Non si tratterebbe di un suono particolarmente intenso o forte, più simile ad un sibilo, percettibile però distintamente quando – per esempio – si utilizza lo smartphone in una stanza silenziosa.

Come riportato dal sito statunitense The Verge, gli utenti avrebbero lamentato di sentire lo strano rumore su iPhone 7 quando questo è stato sottoposto a grossi carichi di lavoro, immaginiamo per esempio durante la riproduzione di filmati o pesanti videogiochi. Si tratterebbe però di casi isolati, che avrebbero colpito solo un ristretto numero di utenti dei nuovi iPhone 7 e 7 Plus, e sempre stando al sito statunitense The Verge, per coloro che si trovano tra questi pochi utenti, non ci sarebbe da preoccuparsi, in quanto il problema non sarebbe niente di grave o fuori dall’ordinario, e non dovrebbero esserci grossi conseguenze. Certamente sentire un rumore dall’interno potrebbe spaventare gli utenti, in un momento in cui Samsung ha dovuto richiamare tutti i Galaxy Note 7 per un problema alla batteria che in alcuni casi ha portato ad ‘esplosioni’ della stessa.

Dunque chi ha un iPhone 7 che fa uno strano rumore quando sottoposto a pesanti carichi di lavoro dovrebbe poter stare tranquillo, perché sarebbe lo stesso fenomeno al quale si assiste sui computer quando si eseguono programmi pesanti come quelli di editing video o foto o videogiochi. La ragione per cui si è manifestato sinora solo su iPhone 7 potrebbe essere benissimo che il nuovo processore Apple A10 è più potente dei precedenti. L’azienda nel frattempo ha rifiutato per ora di rilasciare dichiarazioni ufficiali. Se non si vuole però dover sopportare questo suono ci si può rivolgere direttamente ad Apple e richiedere la sostituzione dello smartphone con uno ‘non difettoso’.