Apple iPhone 7 sarà molto simile all’iPhone 6S e la vera rivoluzione arriverà solamente con il modello 2017. Quelle che erano semplici indiscrezioni sono diventate quasi certezza con le dichiarazioni del Wall Street Journal solitamente molto vicino a Cupertino. L’iPhone 7 non porterà, dunque, nessuna grossa rivoluzione ma solamente un affinamento dell’attuale modello. Il design sarà sostanzialmente lo stesso anche se dovrebbe presentare uno spessore leggermente ridotto. Confermati anche gli schermi da 4,7 e 5,5 pollici.

L’iPhone 7 si caratterizzerà per un hardware più potente, per una fotocamera migliore e per l’assenza del jack delle cuffie ma sostanzialmente non sarà troppo dissimile dall’attuale modello. Chi sperava in una rivoluzione visto che solitamente Cupertino adotta la strategia di cicli di due anni, rimarrà deluso. In realtà, la volontà di puntare tutto al 2017 deriva dal fatto che in quell’anno si festeggerà il 10° anniversario dell’iPhone e quindi la mela morsicata non poteva arrivare che con un modello totalmente nuovo e rivoluzionario.

Secondo il Wall Street Journal, l’iPhone nel 2017 porterà un sacco di innovazione. Tra i molti rumors, per quanto possano valere ad oltre un anno dalla presentazione, si evidenziano quelli relativi al presunto schermo OLED edge-to-edge ricurvo ai lati ed al sensore per le impronte digitali annegato nello schermo che permetterebbe di rimuovere il tasto Home fisico centrale.

A settembre, dunque, Apple presenterà solamente uno smartphone ottimizzato ed affinato ma per la rivoluzione, quella vera, i fan della mela morsicata dovranno attendere un altro anno. Maggiori dettagli sulle novità di quest’anno si conosceranno, comunque, solamente con la presentazione ufficiale dell’iPhone 7.