L’iPhone 7 è arrivato da pochissimo nelle mani degli acquirenti, eppure gli sviluppatori sono già riusciti a carpirne i segreti ed ad effettuare immediatamente il jailbreak. Il successo si deve al giovanissimo Luca Todesco, un ragazzo di appena 19 anni conosciuto in rete con il nickname di Qwertyuiop che in meno di 24 ore è riuscito ad aggirare le protezioni di Apple ed ad effettuare il jailbreak su iPhone 7. La notizia è stata diffusa dal sito Motherboard ed è stata confermata dalla pubblicazione su YouTube di un filmato in cui si vede lo sblocco dello smartphone di Cupertino.

Tuttavia, nonostante questo incredibile successo, Luca Todesco ha sottolineato che non intende spiegare il procedimento che ha seguito per sbloccare il terminale, almeno sino a che la procedura non venga semplificata e resa meno complessa. Il giovane sviluppatore, infatti, ha promesso di rendere la procedura più accessibile a tutti. Il jailbreak, si ricorda, è quella procedura che consente di avere pieno accesso al sistema operativo per poter implementare quelle modifiche che altrimenti sarebbero impossibili da inserire.

Grazie al jailbreak, inoltre, gli utenti possono installare applicazioni diverse da quelle che si trovano sull’App Store e che sono in grado di aggiungere nuove funzioni e servizi al dispositivo. Il jailbreak su iOS, oggi, è, però, meno popolare rispetto al passato. Gli utenti, infatti, seguono sempre di meno questa pratica. Innanzitutto, perchè nel tempo Apple ha colmato quelle alcune software che solo con il jailbreak era possibile implementare e poi perchè Apple è sempre più rapida nel chiudere le falle della sua piattaforma che vengono sfruttate dagli sviluppatori per effettuare lo sblocco del terminale.

Apple iPhone 7 è stato, comunque, sbloccato a tempo di record ma è probabile che anche in questo caso Apple corra ai ripari in poco tempo.