Nuove indiscrezioni sul futuro iPhone 7 puntano l’attenzione che sul fatto che questo smartphone top di gamma integrerà due fotocamere posteriori. Secondo quanto dichiarato dall’analista di KGI Securities, Ming-Chi Kuo, Apple si appoggierà alla tecnologia sviluppata dalla società LinX Imaging, con sede ad Istraele, che è stata acquisita lo scorso anno.

La nuova generazione di iPhone 7 porterà con sé un’importante novità sul fronte della fotografia mobile. Le indiscrezioni provenienti dall’analista Ming-Chi Kuo, di KGI Securities, permettono di comprendere che Apple sta progettando una fotocamera dual-lens.

In particolare, questa nuova fotocamera verrà resa disponibile solamente su iPhone 7 Plus, la versione dotata di display da 5,5 pollici. L’innovativo obiettivo a doppia lente sarà basato sulla tecnologia LinX, sviluppata da LinX Imaging, un’azienda con sede in Israele e acquisita lo scorso anno da parte di Apple.

Utilizzando due obiettivi, uno affiancato all’altro, dotati di sensori di dimensioni ridotte, Apple potrebbe ottenere importanti benefici. Infatti, sfruttando gli algoritmi sviluppati da LinX sarà possibile sfruttare uno zoom digitale con resa molto simile ad una soluzione ottica. Allo stesso tempo, anche l’ingombro della fotocamera verrà notevolmente ridotto, evitando la presenza delle attuali fotocamere protuberanti presenti su iPhone 6s e 6s Plus. Ovviamente, grazie alla sovrapposizione software di due scatti sarà possibile ottenere benefici in termini qualitativi, soprattutto in condizione di scarsa illuminazione.

Per il momento non è ancora possibile comprendere se le previsioni di Ming-Chi Kuo saranno o meno realtà. Tuttavia è importante sottolineare il fatto che l’analista di KGI Securities è una delle persone più autorevoli in questo ambito, soprattutto quando si tratta di rumors Apple. Non resta, quindi, che aspettare nuovi aggiornamenti o il debutto di iPhone 7, previsto per l’autunno 2016, per scoprire se il futuro smartphone dell’azienda di Cupertino sarà o meno dotato di due fotocamere posteriori.