Il 2015 potrebbe essere un anno di importanti aggiornamenti per Apple, soprattutto con l’uscita del suo nuovo smartphone, che potrebbe chiamarsi iPhone 6s. Ricordiamo infatti che attualmente, i top gamma sono due, iPhone 6 ed iPhone 6 Plus, e che in questi è presente 1 GB di RAM, che riesce ad assicurare performance di alto livello, ma potrebbe anche iniziare ad apparire poco, vedendo i flagship iniziare a montare anche 4 GB di RAM, come nel caso del recente Xiaomi Mi Note Pro.

La notizia di oggi riguarda proprio la RAM dell’eventuale iPhone 6s, che secondo quanto riportato da MacRumors, potrebbe passare a 2 GB, raddoppiando di fatto quella massima sin’ora installata da Apple nei propri smartphone, con un upgrade dei moduli usati che porterebbe all’utilizzo dei LPDDR4, capaci di un minore consumo energetico e di prestazioni migliori rispetto al modulo LPDDR3 usato anche negli attuali iPhone 6.

Secondo il sito statunitense, i nuovi moduli potrebbero essere forniti principalmente da Hynix, Samsung e Micron-Elpida, con quest’ultima che avrebbe anche migliorato il proprio processo produttivo in modo da poter soddisfare al meglio la domanda per gli smartphone Apple. Secondo le voci più recenti iPhone 6s dovrebbe avere un design non troppo diverso da quello degli attuali top gamma, considerando anche che per i modelli “S” non c’è mai stato un grosso cambiamento estetico, e presentare maggiormente upgrade interni, tra cui il processore Apple A9, e anche la nuova tecnologia Force Touch, capace di riconoscere la differente pressione esercitabile con il touch, e associare ad essa diverse funzioni.