Nonostante manchino ancora parecchi mesi alla sua presentazione, il prossimo modello di iPhone, lo smartphone Apple che dovrebbe secondo i rumors rispondere al nome di iPhone 6s, il dispositivo fa già parlare parecchio di sé. Nelle scorse settimane sono state infatti molte le voci a proposito, nonché addirittura sul modello ancora successivo, iPhone 7, che dovrebbe arrivare nel 2018 ed essere equipaggiato con uno schermo curvo e con tasto home fisico sostituito eventualmente da uno virtuale.

Come poi riporta anche MacRumors a proposito di iPhone 6s, ci sarebbero state nelle ultime ore conferme per una feature già annunciata, ovvero la presenza del Force Touch. Apple infatti avrebbe già iniziato la produzione del nuovo smartphone e lo stesso sarebbe dotato proprio della tecnologia consistente nella sensibilità al variare della pressione esercitata sul display, che si tradurrebbe in una nuova gamma di gesture e comandi disponibili per gli utenti. I nuovi modelli dovrebbero restare due ed avere ancora 4,7 e 5,5 pollici di dimensioni, con il nome che potrebbe essere rispettivamente iPhone 6s e iPhone 6s Plus.

L’aggiunta del Force Touch potrebbe poi tradursi in un aumento dello spessore di 0,2 mm secondo quanto riportato dall’analista di KGI Securities Ming-Chi Kuo, anche se questa voce potrebbe poi non tradursi in realtà nella versione finale dello smartphone. iPhone 6s con il sensore di pressione dovrebbe essere secondo quanto riportato dunque già in fase di produzione, e la stessa produzione dovrebbe aumentare di volume a partire dal prossimo mese di luglio.

La speranza di poter vedere dunque il display curvo di cui abbiamo parlato qualche giorno fa è in questo momento molto poca, mentre prendono quota il materiale di fabbricazione, che dovrebbe essere il nuovo alluminio 7000, e la fotocamera, che dovrebbe essere notevolmente migliorata con un sensore Sony da 13 MP. Il design di iPhone 6s dovrebbe, infine, restare simile a quello di iPhone 6 e 6 Plus, i top gamma attualmente sul mercato.