Dopo tutte le indiscrezioni circolate negli scorsi giorni, è appena arrivata la notizia che il nuovo iPhone 6 verrà presentato, con molta probabilità, il 25 settembre. Come già accennato in precedenza, lo schermo avrà dimensione superiore a quello dell’attuale iPhone 5S e, ovviamente, hardware rinnovato. Per quanto riguarda il nome ufficiale, invece, i rumors suggeriscono “iPhone Air”.

Quasi tutti i rumor e le indiscrezioni che stanno arrivando, in questi ultimi giorni, focalizzano l’attenzione sul nuovo iPhone 6; lo smartphone che Apple presenterà durante il mese di settembre. Dopo le fotografie ed i mockup, adesso tutto ruota attorno alle possibili date di lancio ed il nome di questo nuovo dispositivo. Le ultime indiscrezioni, provenienti dalla Cina, sottolineano che il nuovo melafonino si chiamerà iPhone Air e sarà disponibile, nei negozi, a partire dal 25 settembre.

Fino ad oggi, le notizie avevano evidenziato il possibile arrivo dell’iPhone 6 per il 19 settembre, dal momento che Apple lancia i prodotti sul mercato quasi sempre di venerdì. Quindi è ancora in dubbio la data ufficiale. Tuttavia, l’azienda di Cupertino produrrà due modelli: iPhone 6 e iPhone Air, quest’ultimo dotato di display da 5.5 pollici e andrà a “percorrere” la strada intrapresa da iPad Air.

L’iPhone 6 avrà un profilo più sottile, il nuovo SoC A8 ed altre novità hardware. Il modello da 5.5 pollici sarà dotato di una fotocamera rinnovata, con un sistema ottico di stabilizzazione dell’immagine, mentre quello l’iPhone più piccolo utilizzerà un nuovo modulo di lenti.

Per quanto riguarda i prezzi, infine, iPhone Air da 5.5 pollici verrà venduto, in Cina, nella versione da 16GB al prezzo di 965$, mentre la versione iPhone 6 da 4.7 pollici partirà da 850$ per il taglio da 32GB. Questi prezzi non devono spaventare, dal momento che il prezzo del futuro iPhone 6 non dovrebbe scostarsi, più di tanto, da quello a cui è venduto l’attuale iPhone 5S. Non ci resta, quindi, che aspettare il mese di settembre, per vedere se tutte queste indiscrezioni verranno confermate.

photo credit: Martin uit Utrecht via photopin cc