Il bendgate riguardante iPhone 6 Plus potrebbe finalmente essere giunto al termine. Apple potrebbe avere infatti già risolto con molta discrezione i vari problemi che rendevano il dispositivo così fragile. E una soluzione del genere sarebbe molto plausibile, anzi strano pensare che dopo il polverone mediatico sollevatosi per l’iPhone che si piega Apple non abbia preso per tempo alcun provvedimento.

Ecco che quindi da Cupertino hanno probabilmente preso immediatamente provvedimenti nella costruzione di iPhone 6 Plus, e ora tali cambiamenti iniziano ad essere palpabili con l’immissione nel mercato dei dispositivi più resistenti. Questa la teoria di un utente Reddit riportata da BGR, secondo cui un iPhone 6 16 GB acquistato una settimana dopo l’uscita a settembre risulterebbe meno resistente di un iPhone 6 Plus comprato pochi giorni fa. Tra le differenze notate anche molte banalità, tra cui differenze nel suono premendo sullo schermo dei dispositivi. Quelli effettuati sono stati quindi test molto spartani, diversi in tutto e per tutto da quelli effettuati da Apple, che possiamo vedere nella gallery sottostante.

Inoltre, e questa sarebbe la prova dell’azione di Apple, è stato notato un aumento del peso del dispositivo, fatto spiegabile intuitivamente con un appesantimento dell’iPhone che lo renda effettivamente più resistente agli urti, e in questo caso, ai piegamenti. Il piccolo particolare è che la stessa Apple, infondo alle caratteristiche di iPhone 6 scrive in una nota che il peso del prodotto potrebbe variare sino a 1,5 grammi, a seconda della configurazione scelta. Quello di una soluzione già effettiva resta dunque (per ora) solo uno scenario ipotetico, anche se è allo stesso tempo molto probabile che Apple, se mai dovesse porre rimedio a un problema ingigantito come il bendgate, lo faccia in maniera silenziosa e discreta.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter