Un iPhone 6 Plus ha preso fuoco mentre si trovata in carica sul letto del proprietario. L’intervento tempestivo ha permesso di evitare il peggio, mentre le cause dell’incendio restano ancora dubbie.

Si è spesso parlato di iPhone che prendono fuoco accidentalmente. L’iPhone 6 Plus di David Grimsley, un cittadino di Atlanta, ha preso accidentalmente fuoco mentre era in ricarica sopra il letto matrimoniale. Durante la ricarica, il dispositivo è esploso causando scintille e fiamme.

Qualora David Grimsley non si fosse trovato all’interno della stanza quando è accaduto l’incidente, l’iPhone avrebbe potuto avviare un incendio che avrebbe coinvolto l’intero appartamento. Infatti, il cittadino di Atlanta ha avuto la prontezza di spostare l’iPhone 6 Plus su una superficie dura ed ignifuga.

iPhone 6 Plus bruciato

iPhone 6 Plus bruciato

Non è la prima volta che un iPhone prende fuoco. Qualche settimana fa, un iPhone ricondizionato da terzi si è incendiato mentre si trovata nella tasca dei pantaloni del proprietario. Non solo, nel maggio 2015 un iPhone, in ricarica con un alimentatore di terze parti, ha preso fuoco causando un teenager ustionato. Infine, lo scorso anno, un aereo diretto a Praga è stato evacuato dopo che un iPhone 5 ha preso fuoco nella borsa di un passeggero, riempiendo di fumo la cabina. Fortunatamente nessuno dei 150 passeggeri è rimasto ferito

Al momento, per quanto riguarda l’incidente di David Grimsley, non sono note le cause dell’incendio. Non sappiamo se il dispositivo sia stato un ricondizionato non certificato o durante la ricarica venisse utilizzato un alimentatore diverso da quello originale. Tuttavia, Apple ha già promesso di inviare un nuovo iPhone a sostituzione di quello bruciato.