È il giorno del debutto in Italia di iPhone 6 e iPhone 6 Plus: gli operatori telefonici, eccetto Wind, hanno già pubblicato le proprie offerte coi prezzi degli smartphone in abbonamento. Partiamo da TIM, che propone diverse formule. Il contributo iniziale per iPhone 6 è sempre di 99€, cui sommare la rata mensile (trenta in tutto) e il costo di telefonate, SMS ed MMS e connettività 4G/LTE. Sono 20€ rateizzati per il telefono associato a 4G Star, 4G Large e TIM Young & Music con la versione da 16Gb. Soltanto 10€ per 4G Unlimited.

La versione da 64Gb costa 5€ in più, mentre quella da 128Gb è associabile soltanto all’ultimo tipo d’abbonamento 4G Unlimited allo stesso prezzo del taglio inferiore. Riguardo al traffico, bisogna sommare altri 9€ per TIM Young & Music, 19€ per 4G Start, 29€ per 4G Large e 49€ per 4G Unlimited — a prescindere dalla memoria, queste offerte sono valide anche per iPhone 6 Plus. Il costo dello smartphone con una SIM ricaricabile, senza abbonamenti, è pari a 739,90€/849,90€/969,90€ rispettivamente per le varianti da 16Gb/64Gb/128Gb.

TIM non prevede ancora la versione da 128Gb di iPhone 6 Plus, che da 16Gb o 64Gb è rateizzato come i più capienti iPhone 6 con lo stesso contributo iniziale e gli stessi abbonamenti. Pure il prezzo dello smartphone con la SIM è identico a 849,90€ per il taglio inferiore e a 969,90€ per quello superiore. Ricordiamo che il confronto è con iPhone 6 a 64Gb/128Gb, mentre iPhone 6 Plus è a 16Gb/64Gb. Quindi la differenza non è tanto da ricercare nella spesa, quanto nella ridotta capacità di memoria del modello da 5.5″ proposto da TIM.

Passiamo alle offerte di Tre. Le mensilità sono dodici, non trenta, così ripartite: iPhone 6 a 16Gb costa 100€ con TOP Unlimited più 30€ di canone mensile – lo stesso prezzo della ricaricabile che, però, costa 40€ al mese – 0€ per TOP Unlimited Plus a 40€. Saliamo a 200€ d’anticipo nella variante da 64Gb, che non ha un’offerta ricaricabile, o 100€ con l’abbonamento più costoso. 300€ oppure 200€ per quella da 128Gb a seconda della formula selezionata. iPhone 6 Plus propone grossomodo gli stessi piani telefonici, ma costa di più.

Abbiamo sempre TOP Unlimited, che regala su tutte le varianti 1Gb di 4G/LTE, e TOP Unlimited Plus. iPhone 6 Plus prevede 200€ d’anticipo con la prima e 100€ con la seconda a 16Gb (contributo che sale a 250€ per la ricaricabile), 300€ e 200€ a 64Gb, 400€ e 300€ a 128Gb — entrambi senza opzioni ricaricabili. Quanto a Vodafone, le proposte sono più complicate perché i piani tariffari per iPhone 6 sono addirittura cinque: tre in abbonamento e due a consumo. Cerchiamo di procedere con ordine per non fare troppa confusione sui prezzi.

I piani tariffari di Vodafone, come quelli di TIM e Tre, hanno sempre lo stesso canone mensile: sono 29€ al mese con RELAX Mini, 45€ RELAX e 75€ RELAX Completo — scendono a 9,90€ su Tutti 500 e 14,90€ Smart 200. Cambiano i contributi iniziali e le rate mensili, trenta, a seconda del modello o del taglio. iPhone 6 (seguendo l’elenco precedente delle tariffe) prevede una rateizzazione da 15€/10€/0€/20€ a prescindere dal taglio, mentre iPhone 6 Plus sale a 20€/15€/0€/23€. Calcoli da capogiro ai quali sommare i differenti anticipi.

Ripartendo dallo stesso ordine precedente… iPhone 6 a 16Gb costa 49,99€ con RELAX Mini e RELAX, 99,99€ con RELAX Completo e 139,99€ per le opzioni ricaricabili. 64Gb aumentano rispettivamente a 149,99€/199,99€/239,99€ e 128Gb a 249,99€/299,99€/329,99€. I contributi iniziali per iPhone 6 Plus sono di 99,99€ per qualunque abbonamento e 149,99€ a consumo per il 16Gb, 199,99€/249,99€ a 64Gb e 299,99€/349,99€ a 128Gb. Difficile districarsi fra le offerte, ma una cosa è certa: i nuovi iPhone costano davvero molto sul mercato italiano.

Incrociare i valori dei contributi iniziali con le rate mensili e il canone delle diverse tariffe telefoniche è un’operazione da emicrania. Scoprendo il prezzo SIM-free di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, molti hanno atteso le opzioni degli operatori: TIM e Vodafone chiedono un impegno di trenta mesi, Tre di dodici, ma non cambia la sostanza. I due nuovi smartphone di Apple richiedono attorno al migliaio e più di euro complessivo, se acquistati con queste formule. Sapevamo che sarebbero stati molto costosi e queste cifre non stupiscono.

Photo Credit: Brett Jordan via Photopin (CC)