Apple ha appena reso disponibile sul proprio sito il nuovo iPad mini Retina, che a dire la verità era atteso qualche giorno fa insieme al lancio del nuovo iPad Air. Il prezzo è quello annunciato: solo, si fa per dire, 389 euro per la versione base. Le specifiche del nuovo mini sono però in linea con quelle del fratello maggiore. Cambia solo il display, che anziché essere di 9,7 pollici in questo caso è di 7,9. Quale conviene?

La scelta non è semplice: ho provato a indicare per quali motivi optare per il mini o andare sul fratello maggiore. Quello che è certo è che eviterei l’iPad mini senza Retina, non perché il Retina display faccia poi tutta questa differenza, anche se una certa differenza la fa, ma perché le specifiche tecniche sono decisamente superiori a quelle del gemello. Non fatevi trarre in inganno dal prezzo: i 100 euro in meno che costa l’iPad mini normale non sono decisamente una scelta saggia.

Se vi state chiedendo il perché, eccolo: il processore A5 è di tre generazioni di iPad fa, non è a 64 bit e non è affiancato dal co-processore di movimento M7.

Se volete farvi un’idea delle differenze di prezzo fra le varie versioni di iPad, ci abbiamo già pensato: cliccate sul link.