Io è un po’ che lo vado dicendo: non c’è spazio, o se ce n’è ce n’è davvero poco, per Windows Phone e BlackBerry. Lo confermano gli ultimi dati pubblicati da Comscore. Nell’ultimo trimestre negli Stati Uniti Android e iPhone hanno aumentato le proprie vendite a scapito ancora una volta dei rivali: per carità, parliamo di piccole inflazioni, ma si tratta comunque di tendenze di rilievo quando pensiamo che i nuovi Lumia e il nuovo BlackBerry 10 avrebbero dovuto quanto meno invertire questo trend.

Il problema di fondo l’ho già spiegato. Stante che i sistemi operativi sono morti, contano solo le app. A dire il vero, che queste fossero in grado di fare la differenza ce ne eravamo già accorti un paio di anni fa, quando la gente si chiedeva se comprare l’iPhone anziché Android perché il melafonino aveva Instagram.

Sia Windows Phone 8 che BlackBerry 10 sono degli ottimi sistemi operativi, ma mancano di app. Sì, certo, piano piano queste stanno arrivando, ma le migliori app nascono sempre più spesso su iPhone e poi arrivano su Android. Con l’arrivo di iOS 7 inoltre gli sviluppatori sembrano pronti a tralasciare Android per concentrarsi sul nuovo iOS.

Avevo già sottolineato questa cosa nella recensione di Windows Phone 8 e nella review di BlackBerry 10. Purtroppo non ci siamo ancora: anche se sia Microsoft che BlackBerry stanno sostenendo gli sviluppatori per creare app per le proprie piattaforme, siano ancora ben lungi dall’avere su queste quanto presente su App o Play Store. E la differenza si gioca qui.

photo credit: blakespot via photopin cc