Lo United States Patent and Trademark Office (USPTO) ha dichiarato invalido un brevetto registrato da Apple per tutelare l’interfaccia-utente di iOS: il primo firmatario era proprio Steve Jobs. Questa dichiarazione dell’USPTO non è ancora definitiva, ma se il brevetto fosse davvero invalidato Samsung potrebbe appellarsi in tribunale e ribaltare la sentenza che la vedeva colpevole di plagio nella disputa su iPhone e Galaxy. Le venti rivendicazioni invalidate dall’USPTO sono state determinanti nella vittoria di Apple al processo.

L’USPTO aveva rigettato un altro brevetto di Apple alla fine del mese d’ottobre e anche in quella circostanza la decisione non era definitiva. Il procedimento per invalidare dei brevetti è particolarmente complesso, perciò è impossibile determinare quali potrebbero essere le conseguenze: al momento i brevetti in bilico sarebbero due, ovvero lo U.S. Patent No. 7,469,381 per lo scorrimento delle liste, la traduzione dei documenti e il ridimensionamento dell’interfaccia grafica e lo U.S. Patent No. 7,479,949 sul multi-touch di iOS.

Apple dovrebbe preoccuparsi perché l’USPTO aveva già ignorato una richiesta di revisione dello stesso brevetto che era stata avanzata nel 2010: qualcosa dev’essere cambiato, se lunedì è partito un procedimento d’invalidazione. Lo U.S. Patent No. 7,479,949 aveva supportato, oltre a quello contro Samsung, un altro processo di Apple con Motorola ed entrambe le sentenze potrebbero essere impugnate se il brevetto subisse definitivamente un rigetto dall’USPTO. L’evoluzione del procedimento avviato richiederà più di qualche settimana.

Photo Credit: Jesus Belzunce via Photo Pin (CC)