Con iOS 9, Apple ha rinnovato anche il browser Safari su iOS. La principale novità della versione di Safari per iOS è quella di poter installare estensioni in grado di bloccare i contenuti. In particolare, questa funzionalità è stata appositamente sviluppata per permettere agli utenti una maggior personalizzazione del dispositivo e scegliere quali contenuti visualizzare.

Il nuovo sistema operativo iOS 9 introduce molteplici funzionalità, tra cui le estensioni per il browser Safari. Questa funzionalità permetterà agli sviluppatori di creare degli ad-blocker per Safari, in modo tale da non visualizzare pubblicità mentre navigate sul vostro dispositivo iOS.

Gli ad-blocker, molto spesso, sono stati riconosciuti come strumenti di particolare utilità, visto che riducono la pubblicità nelle pagine web, mentre altre persone ritengono che queste estensioni siano da evitare completamente per tutelare tutti i siti web che guadagnano principalmente dalla pubblicità. La strada scelta da Apple, invece, risulta essere una via di mezzo visto che permette agli sviluppatori di scegliere se creare o meno delle estensioni di Safari che blocchino determinati contenuti, script, immagini, video o meno.

Le estensioni sviluppate funzioneranno solamente con il browser e non verranno ampliate a tutte le altre app che presentano banner o spot pubblicitari. In questo modo, gli sviluppatori che utilizzano la piattaforma iAd saranno tutelati, ma allo stesso tempo il livello di pubblicità su Safari verrà ridotto esponenzialmente.

Il supporto alle estensioni per bloccare la pubblicità arriverà con iOS 9 e ognuna di esse, prima di essere pubblicata, verrà analizzata da Apple stessa, in modo tale da decidere se approvarla o meno.

Infine, almeno per il momento, non sappiamo il vero motivo per cui Apple abbia creato API per estensioni ad-blocker, tuttavia possiamo supporre che a Cupertino desiderino aumentare l’efficienza e la velocità nel caricamento delle pagine web, visto che le pubblicità molte volte contribuiscono a rallentare la navigazione.