Durante il keynote di Apple non sono state mostrate tutte le nuove funzionalità di iOS 9. Tra le funzionalità più nascoste del nuovo sistema operativo di Apple troviamo quelle introdotte all’interno del programma di posta elettronica Mail. Quest’ultimo, infatti, ha introdotto la possibilità di inserire allegati da cloud e modificare le immagini, prima di inviare un’email.

Sono tantissime le novità presenti all’interno di iOS 9. La nuova versione del sistema operativo di Apple per iPhone, iPad e iPod Touch non porta con sé un’interfaccia grafica rinnovata, bensì introduce novità “sotto la scocca” e una migliore ottimizzazione software, anche per i dispositivi più anziani.

Sul palco del Moscone West di San Francisco, l’azienda di Cupertino ha mostrato buona parte delle novità che riguardano iOS 9, senza soffermarsi su alcuni piccoli ma importanti dettagli. Come su OS X Yosemite, il programma di posta elettronica Mail permetterà di modificare gli allegati, compresi i PDF, prima di inviarli a un determinato contatto. Allo stesso tempo, gli utenti potranno allegare facilmente file presenti sul dispositivo o sul cloud, fino a 5GB tramite il servizio “maildrop”. In questo modo, Mail punta a migliorare notevolmente la produttività, rispetto al passato.

Altra novità riguarda le funzionalità di disegno, ritaglio, zoom, scrittura sul testo o l’inserimento di una firma su un documento. Per poter entrare all’interno di questa nuova modalità di modifica basterà selezionare l’immagine e cliccare sul pulsante evidenzia.

Mail su iOS 9 permetterà, inoltre, di disegnare a mano libera una figura o un segno, ad esempio una freccia, che verrà riconosciuta dal sistema operativo e sostituita con l’equivalente oggetto. Per il momento, quindi, Mail assicura di essere un programma sviluppato per tutti coloro che desiderano ottenere il massimo della produttività dal proprio client mail. Tuttavia, nell’attuale beta, non è ancora possibile salvare tutte le modifiche effettuate all’interno del rullino fotografico o su iCloud Drive, anche se Apple potrebbe introdurre quest’ultima funzionalità nella versione finale del sistema operativo, che verrà rilasciata in autunno.