Sono passate ormai due settimane, e la distribuzione del nuovo sistema operativo di Apple ha raggiunto un tasso di adozione enorme con una velocità record. iOS 9, per chi se lo fosse perso, è la nuova versione del software per iPhone, iPad e iPod touch compatibili, ed è per la precisione disponibile dal 16 settembre a partire dalle 19 ora italiana. L’OS ha portato certamente un’importante serie di novità che hanno contribuito al successo della sua adozione ed anche a quello pronosticato per il momento per iPhone 6s, che però già fa faville con i pre-ordini.

Purtroppo per la Mela però non è tutto rose e fiori, perché insieme alle tante migliorie sul nuovo sistema operativo (comprensibilmente visto che ancora siamo alle prime versioni) sono stati rinvenuti diversi bug. L’ultimo di tali errori è molto fastidioso e influisce in maniera sensibile sull’utilizzo del proprio iPhone, visto che come riporta PC Mag non permette ad alcune applicazioni di funzionare se non sotto rete Wi-Fi. Entriamo per cercare di capire meglio nel dettaglio: come iOS 8, iOS 9 permette di rimuovere a certe app l’autorizzazione per funzionare utilizzando con la rete cellulare (utile con promozioni o piani tariffari a connessione limitata), ma il bug in questione non permette di ridare tale autorizzazione, in modo che le applicazioni suddette possano essere utilizzate solo sotto rete wireless.

Il problema sembra riguardare i dispositivi che abbiano effettuato l’upgrade da iOS 8 ad iOS 9, ma anche i nuovi iPhone 6s e iPhone 6s Plus in caso di backup da un precedente iPhone. Le soluzioni sono molto limitate: in primo luogo si può effettuare – se si ha uno smartphone precedente ad iPhoe 6s e 6s Plus – il downgrade ad iOS 8, oppure l’altra drastica possibilità è quella di riportare iPhone alle impostazioni di fabbrica, che richiederebbe un totale e completo settaggio del dispositivo oltre alla perdita delle proprie app ecc. Ultima spiaggia è invece attendere che Apple risolva il problema e rilasci un apposito aggiornamento, ovvero iOS 9.0.2.