Il download di iOS 8 è croce e delizia degli amanti delle mele morsicate.
Quando esce un nuovo sistema operativo, l’utente Apple sa che dovrà passare la notte a scaricare tutto il pacchetto, rischiare un crash, cancellare della roba dalla memoria dell’iPhone, ecc.
Stavolta, se possibile, è andata anche peggio.

Le prime impressioni, infatti, non sono le migliori: molti utenti si lamentano del peso dell’installazione, delle migliorie quasi inesistenti, del consumo di batteria che in iOS 8 sembra peggiorato, ecc.
Dio OVVIAMENTE ha problemi con le mele morsicate e perciò non usa Apple, però si è domandato: possibile che nessuno – a parte i blog schierati con la Mela – abbia notato i pregi di questo sistema operativo?
Ecco cosa ho trovato in rete.

Come testimonia questo entusiasmo per la nuova tastiera, gli utenti cercano di attaccarsi a qualche piccolo pregio per dimenticare il resto, ma nonostante l’impegno il loro sarcasmo alla fine viene fuori: è difficile non prendere in giro un’azienda che ha abituato i suoi clienti ad avere il meglio del meglio delle rivoluzioni tecnologiche.

Insomma, seriamente, facciamo un elenco dei pregi: schermata di expose nel browser per tutti i siti aperti, gli widget sono nella tendina delle notifiche, la nuova swiftkey  permette di scrivere più velocemente, iMessage più simile a Whatsapp, il motore di questo iOS è davvero migliorato e il Cloud e tutte le sinergie tra diversi device sono al top (tipo, si può rispondere a una telefonata in viva voce dal Mac).
Dai, non lapidate iOS 8: avete visto di peggio.