Nella giornata di ieri Apple ha presentato, insieme a OS X 10.10 Yosemite, anche il prossimo aggiornamento del sistema operativo mobile, che sarà disponibile su iPhone a partire da 4S, su iPod touch 5 generazione, su iPad a partire da iPad 2. Il suo nome è proprio quello trapelato nei giorni precedenti il WWDC di Apple, ovvero iOS 8, e sarà disponibile per i comuni mortali a partire dal prossimo autunno.

Per coloro invece che sono Apple Developers, iOS 8 beta è disponibile al download da subito cliccando sul link precedente e poi eseguendo il login con le proprie credenziali direttamente sul sito ufficiale Apple. Qualora non si sia sviluppatori Apple, il procedimento è un po’ diverso, ed anche contro le regole, poiché per scaricare la beta è necessario essere sviluppatori, e per essere sviluppatori è a sua volta necessario pagare una retta annuale di circa 80 euro.

Come dicevo, scaricare la beta di iOS 8 senza essere sviluppatori non si può fare, perciò illustrerò ora brevemente il metodo, ma solo a scopo informativo e senza entrare nei particolari. Innanzitutto, essendo una beta, e considerando che si tratta della prima beta, potrebbe non valere la pena di installarla sul proprio iDevice, ma per questo ognuno agisce come meglio crede.

Per installare la beta, in primo luogo dovremo scaricare il Firmware di iOS 8 adatto al nostro dispositivo, per poi collegare lo stesso ad iTunes ed installarla sul nostro iPhone, iPod o iPad in modalità DFU, permettendo ad iTunes di aggiornare il Firmware evitando errori o blocchi che ne impedirebbero l’installazione.

In tutta onestà sconsiglio questo metodo, e sconsiglio a prescindere (nonostante sia il primo a morire dalla curiosità) di scaricare la beta di iOS 8, almeno per ora, aspettando la terza o quarta beta prima di effettuare un tentativo.

Segui Andrea Careddu su Google Plus Twitter