Facebook Home è, probabilmente, il peggiore fallimento del social network: AT&T ha ridotto le sottoscrizioni per HTC First a $1 mensile e lo smartphone potrebbe non arrivare mai in Europa. Gli utenti che possono installare la app, senza utilizzare degli escamotage, sono già in possesso di device all’avanguardia. Tuttavia, qualcosa potrebbe cambiare il futuro di Facebook Home… oppure affossarla definitivamente. Mi riferisco alla possibilità di personalizzare iOS 7 o superiore, appena accennata da Tim Cook nell’ultima intervista.

Avevo spiegato perché, al momento, sarebbe impossibile installare Facebook Home su iOS o Windows Phone e anticipato il supporto alle Chat Heads su Messenger. Se le novità del sistema operativo non saranno limitate all’inserimento di sfondi personalizzati, l’applicazione potrebbe avere negli utenti di iOS un’occasione per il rilancio: secondo quanto ho potuto verificare tra i conoscenti, molti più possessori di iPad, iPhone e iPod Touch utilizzano il social network in maniera “compulsiva”. Rispetto a quelli di Android, s’intende.

Se la maggioranza degli amici di Facebook non è, come nel mio caso, costituita da colleghi… Home può essere definita la app ideale degli stalker. Eppure, ne apprezzo il design e sono convinto che abbia qualcosa da insegnare ad Android: se arrivasse su iOS, potrebbe decuplicare le installazioni. Utilizzo sempre il condizionale, perché il social network è in evidente declino negli Stati Uniti ed è ancora da valutare quanto sia personalizzabile iOS. Non s’arriverà, comunque, a dispositivi prodotti in proprio col sistema operativo.