Il keynote di apertura del WWDC 2013 mi lasciato un po’ l’amaro in bocca. Non mi aspettavo di vedere il nuovo iPhone 5S, che come avevamo anticipato arriverà a in autunno, ma devo ammettere che a un certo punto ho iniziato a pensare: ora lo dice. Lo sta per dire. Ce l’ha sulla punta della lingua… One more thing…

E invece no. Keynote fin troppo tecnico fino alla piroettante presentazione del nuovo iOS. La settimana versione del sistema operativo di Apple per mobile è una rivoluzione annunciata. Il design flat, già oggetto di critiche, è esattamente quello che avevamo visto nelle leak e nei mockup usciti in questi giorni.

Ci vorrà tempo per testarlo e Cupertino ha annunciato il lancio in autunno. iOS 7 farà la sua comparsa sul nuovo iPhone che verrò presentato dopo l’estate. Verosimilmente a fine ottobre. Questo lascia qualche speranza di vedere un iPhone completamente nuovo, ma visto l’andazzo preso non ci conterei. Anche perché sul sito di Apple si vede ancora l’iPhone 5 come modello per iOS 7 (non che sia una prova, però…)

La prima impressione su iOS 7 è che sia un sistema operativo disegnato da Google. È fichissimo, c’è molta aria ed è ricco di animazioni. Sono gli sfondi che sembrano piuttosto un pugno nell’occhio. Specie quando ti muovi e loro seguono il tuo movimento. In generale è proprio quello che mi pare il principale problema: c’è troppo movimento, Troppe animazioni.

E troppo colore. I colori di iOS 7 mi sembrano troppo accesi. Detto tutto questo, l’impressione generale è che necessiti di qualche ritocco. È solo l’inizio, ha sottolineato Cook. Speriamo.