L’attesa per il “nuovo” iPhone è stata davvero virale in rete dove si sono rincorse le indiscrezioni su grafica, qualità e prestazioni dell’iPhone 5 che poi non era affatto 5 ma 4S.Delusione? Un po’ sì, perché ci si aspettava un nuovo prodotto, diverso in qualche modo da tutti i suoi predecessori, visto che la Apple ha abituato i suoi fan ad un’innovazione senza fine. Eppure quel che oggi anche tanti italiani hanno in mano è l’iPhone 4S.

E a quanto pare, subito dopo il lancio e le prime vendite, è venuto a galla un problema: l’autonomia energetica del Melafonino. L’impegno era stato profuso per l’introduzione di funzioni utili a ridurre l’impatto energetico dell’hardware.

Ma forse a causa di una falla del sistema operativo, un bug, la fragilità energetica del prodotto è balzata all’occhio. Il bug, infatti, influisce sull’autonomia della batteria. La Apple non ha smentito le voci e anzi ha dichiarato che sistemerà al più presto le cose. In poche settimane, forse anche due, sarà disponibile per tutti l’iOS 5.01.

Questa release è già in pasto ai beta tester che dovranno collaudarne le funzioni. Oltre  a migliorare l’autonomia energetica si provvederà anche a risolvere dei problemi di collegamento con la nuvola e si risolveranno dei problemi di sicurezza.