Di tanto in tanto, in rete, si sviluppano dei temi che fanno emergere la sensibilità ambientale del popolo degli internauti. Alcune storie raccontano dell’uso di internet per sviluppare l’attenzione ai temi caldi del rispetto per l’ambiente. Insomma parliamo di ecologia e in particolare di un argomento che dagli anni Settanta fa periodicamente capolino sulla stampa “rispettosa” dell’ambiente: la deforestazione incontrollata della foresta amazzonica. Se n’è parlato perfino all’Earth Summit di Rio de Janeiro.

La foresta amazzonica è grande qualcosa come 5 milioni e mezzo di chilometri quadrati e l’erosione di questo territorio non accenna a diminuire. Bisogna vigilare su questo processo e denunciare il taglio boschivo fuori dalle regole.

S’inserisce in questa cornice il progetto InfoAmazonia, un sito che oltre ad essere un chiaro esempio di giornalismo partecipativo, accoglie anche gli attivisti ambientali. Partecipano a questo sito anche molte ONG che documentano la deforestazione ma non riescono a raggiungere il grande pubblico.

L’idea della piattaforma conta sulla capacità di condivisione delle informazioni in rete e quindi sulla possibilità di sensibilizzare un numero maggiore di persone rimaste fuori da discorsi ecologisti. Interessanti le mappe proposte da InfoAmazonia con reportage geolocalizzati e tante immagini che arrivano dai satelliti della NASA.

Oggi ci si augura che questo progetto possa andare avanti a lungo.