Microsoft accelera, e la realtà è ormai palese. Internet Explorer non è più al centro dell’attenzione dell’azienda, e non lo è già da tempo, come testimonia l’adozione di un nuovo browser, nome in codice Project Spartan, che sostituirà il più datato IE. L’azienda pare ora essere focalizzata principalmente proprio su Project Spartan, che arriverà ufficialmente ed in maniera completa con Windows 10, e sarà disponibile in versione test già dalla prossima Technical Preview del nuovo sistema operativo.

Come riporta The Verge, il capo della divisione Marketing di Microsoft Chris Capossela ha confermato, parlando alla conferenza Microsoft Convergence tenutasi ieri ad Atlanta, che l’azienda è alla ricerca sia di un nuovo nome che di un nuovo brand, per il nuovo browser, che quindi non sarà chiamato con ogni probabilità Project Spartan nella versione consumer di Windows 10. Internet Explorer continuerà ad essere presente, ma ci sarà anche Spartan, per il quale da quanto emerge è ora necessario creare un’identità.

Internet Explorer, come già riportato in più occasioni nel corso delle settimane passate, sarà ancora presente principalmente per ragioni di compatibilità, ma in ogni caso in suo sarà un ruolo secondario, con il posto da protagonista che invece sarà del nuovo programma, per ora chiamato Spartan. Potrebbe inoltre essere molto conveniente utilizzare nel nuovo nome e nel brand nascente il marchio Microsoft, piuttosto che i soli Windows o Internet Explorer, e nel corso della conferenza sono stati anche mostrati i risultati di una ricerca (effettuata su utenti Chrome in UK) su un nuovo nome, da cui si evince che il solo utilizzo della parola Microsoft davanti al nome porta ad una risposta positiva da parte degli utenti.

E’ evidente che attraverso varie ricerche di mercato Microsoft sia alla ricerca di un nuovo nome, e che l’idea sia quella di muoversi il più lontano possibile da Internet Explorer, distaccandosi il più possibile da quest ultimo. Nonostante ciò, non è per niente chiaro quando si saprà il nuovo nome, anche se è alta la probabilità che venga utilizzata la parola Microsoft in collegamento a quello che attualmente è Project Spartan.