Microsoft fa sapere che tutte le versioni del broswer Internet Explorer, dalla versione 6 alla 11, presentano una vulnerabilità nel sistema di sicurezza. Si tratta di una grave falla, nello specifico un exploit, che permette al malintenzionato di turno di accedere ad un sistema vulnerabile e installare programmi o sbirciare e cancellare i dati.

Al momento non esiste alcuna soluzione al problema, e quindi gli ingegneri di casa Redmond chiedono agli utenti particolare attenzione. La situazione si fa ancora più complicata per i possessori del sistema operativo Windows Xp (il cui supporto tecnico è scaduto ufficialmente dall’8 aprile), visto che in questo caso non verrà sviluppata alcuna patch correttiva.

In attesa della patch, quindi, è caldamente consigliato l’utilizzo di altri software per la navigazione web come Chrome o FireFox. È ormai chiaro che per gli utilizzatori del sistema operativo Windows Xp questo è il primo di una lunga serie di attacchi informatici. Le aziende e i privati che continueranno ad usare il vecchio Xp saranno d’ora in avanti costantemente a rischio. Forse è arrivato il momento di passare a Windows 7 o Windows 8.