Tra qualche ora, a San Francisco, Microsoft inaugurerà il BUILD 2013: la conferenza annuale degli sviluppatori, che quest’anno presenterà Windows 8.1. Sia l’aggiornamento, sia Internet Explorer 11 sono già disponibili agli sviluppatori iscritti a MSDN da qualche ora e confermano le indiscrezioni sul supporto a WebGL. L’azienda aveva scelto d’escludere il linguaggio da IE10, ritenendo che non avesse un futuro e fossero preferibili delle altre soluzioni, come Flash Player e Silverlight. Quest’ultimo non è più mantenuto, peraltro.

Ed è proprio agli sviluppatori che sembra rivolgersi IE11: oltre all’introduzione di WebGL, che porterà il browser a competere direttamente con Chrome e Firefox, Microsoft ha incluso degli strumenti per lo sviluppo paragonabili a quelli proposti da Mozilla. Ha una nuova dashboard a colori, che – a quanto ho potuto vedere – parrebbe preferibile a quella di Google. Un’altra novità interessante riguarda le opzioni di Internet Explorer 11, che permette d’aggiungere i siti web alla lista delle applicazioni disponibili su Windows 8.1.

Se non bastasse, la nuova versione del browser implementa il protocollo SPDY/3 di Google: uno strumento complementare a HTTP e HTTPS che permette di rendere più veloce la navigazione delle pagine web. Non m’aspettavo che Microsoft avrebbe adottato SPDY su Internet Explorer 11 e spero che il download sperimentale del browser, come di Windows 8.1, sia esteso al più presto agli utenti non paganti di MSDN. Altrimenti, sarò costretto ad attendere l’autunno. Sarà un browser competitivo? Io sono pronto a scommetterlo, per le premesse.