Microsoft ha comunicato la disponibilità di Internet Explorer 10, il browser predefinito di Windows 8, su Windows 7. Tutti gli utenti possono effettuare l’aggiornamento da Windows Update o scaricarlo manualmente. È una notizia positiva, considerando che molti utilizzano tuttora IE6: un incubo per i web designer. IE10, infatti, è al 60% più compatibile con gli standard e permetterà alle installazioni di Windows 7 un’esperienza migliore di quella garantita dalle versioni precedenti. Non quanto gli altri browser disponibili, però.

Benché Internet Explorer 10 sia la migliore versione del browser di Microsoft, è ancora lontana dall’essere perfetta: parlando della creazione dei siti web ho descritto i problemi di compatibilità e, purtroppo, IE10 non fa eccezione. Ricordate le differenze con la densità dei pixel? Qualche giorno fa, lavorando a un progetto, ho scoperto che Internet Explorer 10 non riconosce le media query dei CSS3 sui Pixel Per Inch (PPI). Windows e Windows Phone operano entrambi a 96PPI fissi, non esistono delle superfici come Display Retina.

Paradossalmente, realizzare un sito per IE10 dovrebbe essere più facile se non esistessero Chrome, Firefox e gli altri browser. Creare un design responsivo implica degli stili diversi in base ai PPI e Internet Explorer 10 non li interpreta del tutto. Installarlo su Windows 7 sarebbe quasi un autogol: anziché migliorare la visualizzazione dei siti, potrebbe peggiorarla. Pochi si preoccupano di testare i progetti su IE10 perché dovrebbe comportarsi come gli altri e, invece, non è così. Non mi sento di consigliare l’aggiornamento.