Intel è pronta a fare un passo avanti e presentare una nuova serie di processori Ivy Bridge molto più efficienti e con un consumo energetico ridotto del 41%, come riporta Cnet, che invita però a non aspettarsi novità a brevissimo. La missione fissata da Intel è quella di produrre processori ancora migliori rispetto a quelli visti sul Macbook Air e sui nuovissimi ultrabook con Windows 8.

Produrre processori a basso consumo energetico e con prestazioni super dovrebbe essere la mossa per spingere i produttori ad adottare i processori Intel sui propri tablet. Vedere un processore Ivy Bridge su un tablet non sarebbe però una novità: il Surface Pro infatti monta un i5. Gli altri produttori potrebbero seguire l’esempio di Microsoft e adottare i processori Intel ed una nuova architettura. Apple in particolare starebbe pensando dopo le diatribe con Samsung, di passare ai processori Intel di nuova generazione per il prossimo iPad.

Lo scenario che si potrebbe concretizzare qualora la mossa di Intel andasse a buon fine sarebbe davvero interessante. Nel 2014 si avrebbe un mercato tablet con architettura x86 in piena ascesa considerando anche che  Android ha  sempre strizzato l’occhio a questa piattaforma, ma non c’è mai stato nulla di concreto se non qualche progetto amatoriale come Android x86. Sarebbe bello avere processori potenti come gli attuali Sandy Bridge i5 e magari a basso costo così da favorir ancor più la diffusione dei tablet. Ora sta a Intel mettere le basi per dare l’ennesima spinta al mercato degli ultraportatili e dei tablet.

photo credit: Karl-Martin Skontorp via photopin cc