Nuovi documenti recuperati da Intel e pubblicati sul web mostrano i NUC 2.0 – ovvero, dei mini-PC che possono essere incassati sul retro dello schermo – con Broadwell: la 5ª generazione di processori Core e Celeron che supporta il 4K e dovrebbe essere installata sulle Steam Machines di Valve, un progetto rimandato al prossimo anno, a partire dal primo trimestre del 2015. Esistono varie configurazioni dei prototipi che serviranno ai produttori per modellare i rispettivi computer orientati in primis all’intrattenimento domestico.

I NUC sono dei dispositivi modulari, che abbiamo già incontrato al Future Showcase 2014 [vedi gallery], non disponibili al pubblico nella configurazione originaria: un po’ come i tablet di NVIDIA che fanno da punto di riferimento per il design di Project Tango. I kit di base possono essere acquistati da Intel e assemblati coi componenti mancanti – non sempre forniti dall’azienda – principalmente per essere rivenduti come mini-PC sotto altri marchi. Gli utilizzi di questi ultimi spaziano dall’impiego a bordo sulle navi al gaming.

Il leak di FanlessTech è importante, a prescindere dai NUC 2.0, per ottenere una data approssimativa sull’uscita di Broadwell che andrà a sostituire Haswell sulla maggioranza dei computer in vendita. Se la disponibilità è prevista per i primi mesi del 2015, infatti, è ipotizzabile che molti produttori portino al CES di Las Vegas nuove soluzioni fisse e portatili con Windows 8.1: quanti ai modelli di NUC appena svelati, oltre al sistema operativo di Microsoft sono supportate diverse distribuzioni di Linux come Ubuntu e Steam OS.

Photo Credit: Intel Free Press via Photopin (CC)