Il prossimo fine settimana Instagram ha lanciato il nono Worldwide Instameet. Ci sono eventi in tutto il mondo e per quanto riguarda l’Italia io parteciperò a quello che si svolgerà sull’Isola d’Elba.

Se sei appassionato di mobile-photography e parteciperai ad uno di questi eventi, verifica di aver installato sul tuo smartphone le app essenziali, quelle che non devono mai mancare durante un tour fotografico. Ma le app non bastano. Per ottenere il massimo dal tuo smartphone è necessario disporre anche di alcuni accessori fondamentali.

Ecco gli accessori di cui non potrai fare a meno:

- Ricarica batterie esterno. La batteria dello smartphone dura un’inezia quando si passa il tempo a fotografare, editare, instagrammare, twittare… è assolutamente necessario allora avere a disposizione una batteria supplementare per non doversi fermare ad ogni bar per ricaricare. Ti consiglio però di optare per un modello di batteria esterna, quello cioè che prevede il collegamento allo smartphone tramite un cavetto USB piuttosto che adottare una custodia/cover con batteria integrata. Queste ultime dispongono di troppo poca energia immagazzinata per garantirti la sufficiente autonomia durante un’intera giornata di shooting. Le specifiche a cui devi fare attenzione prima dell’acquisto sono i mAh (milliamper-ora, ovvero la misura della carica elettrica): un caricabatterie da 13.000 mAh come per esempio l’Anker Astro E4, che uso io, è in grado di ricaricare un’iPhone 5 per ben 8 volte e si ricarica a sua volta in una nottata. Se poi vuoi guadagnare la totale autonomia puoi optare per un caricabatterie a energia solare come l’Anker 14W Solar Charger.

- Mini treppiede portatile. In talune condizioni come quando si fotografa in scarsa presenza di luce o si usa la tecnica HDR, è bene lasciare lo smartphone più fermo possibile e utilizzare l’autoscatto (l’app Camera+ è dotata di autoscatto). Ma per posizionare al meglio lo smartphone è utile avere con sé un piccolo treppiede. Io uso la combinazione GripTight + GorillaPod disponibile su Amazon a 26,95 €. In alternativa all’autoscatto per scattare senza muovere minimamente lo smartphone è possibile collegare gli auricolari e cliccare poi i tasti volume presenti su di essi.

- Obbiettivo aggiuntivo. Gli smartphone in genere hanno un obiettivo fisso che se paragonato a quello di una fotocamera risulta essere equivalente ad un 30 mm, quindi un medio-grandangolare. Per aggiungere più di brio alle proprie foto è possibile utilizzare un obiettivo aggiuntivo come quelli della serie Olloclip. Io posseggo quello che permette di ottenere un grandangolo pieno e un fisheye. Pratico e divertente.

- Borsa tecnica. Per contenere tutto il necessario a questo punto è utile munirsi di borsa o zainetto adeguati. Sempre per riportare la mia esperienza, posso ammettere di trovarmi molto bene con la Incase DSLR Sling Pack, una sorta di zainetto monospalla che proprio per questa sua caratteristica permette di essere portato dal dorso all’addome senza doverlo dis-indossare (basta farlo scorrere sotto al braccio destro): molto pratico quando si deve prendere qualche accessorio al volo.

Buon divertimento!