Qualche settimana fa vi avevo presentato Itsdagram, un client non ufficiale di Instagram per Windows Phone. Dopo un primo aggiornamento dovuto all’arrivo della versione gratuita supportata dalla pubblicità, lo sviluppatore, Daniel Gary, ha deciso di rinominare l’app in Instance con alcune novità.

Il cambio di nome e logo, paiono dettate dalla richiesta dei legali di Instagram che avrebbero minacciato di far rimuovere l’app dallo store di Windows Phone. Gary ha di conseguenza aperto un sondaggio su WPCentral, uno dei siti che ha spinto inizialmente il progetto, e i suoi lettori hanno decretato il nuovo nome dell’app. Poche ore dopo sullo store è approdato l’aggiornamento che ha segnato il cambio di identità dell’app. Con la versione 1.3 troviamo un gran numero di bug corretti, una maggiore fluidità dell’app e una nuova UI.

Interessante – se confermato –  il contatto tra i legali di Instagram e lo sviluppatore Gary. Instance è al centro delle polemiche da un paio di settimane in quanto viola le regole sulle API per il caricamento delle foto grazie al reverse engeenering dell’app per iOS, Instagram di norma dovrebbe prendere dei provvedimenti e invece no. È chiaro che Instagram ha bisogno di Instance almeno fino a quando non rilascerà la versione ufficiale della sua app. L’utenza Windows Phone è in crescita e non è da sottovalutare, che tra i due ci si sia accordati per una sorta di accordo di non-belligeranza? Probabilmente non sapremo mai la verità. Ma da utente Windows Phone, saluto con piacere Instance e attendo le nuove feature promesse da Gary.