Si può definire scientificamente e a priori se un’immagine, un selfie, avrà successo sul web? Si può, secondo un giovane ricercatore del MIT di Boston, Aditya Khosla, che ha creato un team e studiato a fondo il tema, analizzando 2,3 milioni di fotografie su Flickr, per giungere a scrivere l’algoritmo per l’immagine perfetta.

L’algoritmo è composto da una serie di variabili volte a individuare colori, calore, immagini e sfumature, riconoscere colori caldi e freddi, toni pesanti e lievi, e il tipo di oggetto raffigurato nella foto. Risultato? Le foto più popolari sono quelle che riproducono immagini sexy (nello specifico, foto con minigonne, bichini e reggiseni), armi (meglio se revolver veri e propri), e oggetti artistici, ma d’uso comune, come tazzine decorate (vale a dire quelli che abbondano su Pinterest). A seguire troviamo animali vari (ma sempre meglio cani e gatti), profumi e foto di giocatori di basket. Niente calcio, sorprendentemente, ma suppongo che lo studio sia stato compiuto su account per lo più americani.

Al contrario, le peggiori foto sembrano essere quelle che raccolgono oggetti di lavoro, come le spatole, sturalavandini (evidentemente c’è molta gente che li posta) e computer. Un po’ meno noiose risultato stufette e golf cart.

Tutto qui? No, certo. Grazie al tool disponibile on line sul sito popularity.csail.mit.edu potete calcolare il popularity score delle vostre foto. Il risultato non è ancora perfetto, ma se una foto ha un risultato migliore di un’altra significa che è destinata ad avere più successo.

Se hai trovato interessante il tema, ti consiglio di leggere altri due post che abbiamo dedicato all’argomento: