Ieri Instagram ha lanciato gli spot video. Giusto un anno fa Instagram lanciò le ads facendo comparire nel feed degli utenti americani — da giugno di quest’anno anche a quelli inglesi, canadesi e australiani — immagini che veicolano un messaggio commerciale sulla scorta del già testato modello proposto da Twitter e Facebook.

Così da ieri gli utenti americani si sono visti invadere il feed da video di 15″ prodotti da brand come la Disney per la promozione del suo ultimo film Big Hero 6, l’Activision per Call of Duty: Advanced Warfare e altri come Lancome, Banana Republic e CW.

Di qualcosa Instagram dovrà pur vivere, direte voi, visto che sostiene (apparentemente) gratuitamente l’attività di oltre duecento milioni di utenti attivi al mese. Ma qualche stonatura inizia a vedersi. Infatti per il lancio delle ads statiche Instagram si era preoccupata di insegnare ai brand a realizzare delle foto promozionali che fossero quanto possibile più in accordo con il tipico stile fotografico degli utenti presi a modello generalmente presenti nella così detta Lista dei Suggeriti. Per fare questo pubblicò addirittura un manualetto ad hoc per far capire come ottenere il miglior risultato: ottieni un like da un utente su una tua foto prima che questi si accorga che è un messaggio promozionale e avrai vinto.

Ora però, almeno a giudicare dai primi video apparsi, lo stile Instagram sembra essere stato messo da parte. Non resta che attendere le reazioni degli utenti che non tarderanno di certo a farsi sentire.