Instagram è una piattaforma in cui si possono condividere i proprio scatti, al naturale, quindi soltanto ridimensionati per adattarsi ai requisiti del sistema, oppure leggermente ritoccati giocando con i filtri disponibili e la luce.

Instagram, sarà per il fatto che la materia è “visuale”, sta prendendo piede in modo molto rapido. Complice della situazione anche la crasi a livello di sistema ed economica con Facebook. Ma dall’interno dell’azienda arriva subito un allarme.

Sembra infatti che com’è accaduto per gli altri social network, si sia diffusa la moda di pagare per ottenere dei follower. Gli analisti attribuiscono questa “deviazione” alle accresciute dimensioni di Instagram, un’app che piace e continua a coinvolgere numerosi utenti.

Instagram è così amata che proprio dall’interno è stato lanciato l’allarme sulla compravendita di follower. A parlare è stato Josh Johnson che nella comunità di Instagram può vantare qualcosa come 160 “inseguitori”, ma è arrivata immediatamente la conferma anche da Phil Gonzalez che è conosciuto come il creatore della comunità degli Instagramers.

Un rapido giro online e si scoprono i siti più accreditati per l’acquisto di follower: Buyinstragramfollowers.biz oppure il .com, e anche Buyinstagramlikes. Il prezzo varia: spendendo tra i 90 e i 160 dollari, infatti, si può acquistare un intero pacchetto di 1000 followers. Ma spendendo un po’ di meno si possono anche soltanto comprare dei “mi piace”.