Non ci credo che sono più le donne a cercare l’anima gemella online: 48% contro il 38% degli uomini. I dati che vi ho citato arrivano dallo studio “single in America” diffuso da Match.com il popolare sito per trovare l’anima gemella, e condotto su circa 5000 single e non d’America.

Gli uomini non hanno il coraggio di confessarlo. Oppure non possono ammetterlo perché online cercano la via d’uscita dalla routine del rapporto stabile, come se fuori dal web le occasioni mancassero.

Eppure, la biologa e antropologa Helen Fisher della Rutgers University, mi smentisce subito sostenendo di avere dati significativi che mostrano i single americani, (uomini compresi), seriamente alla ricerca di un rapporto che includa rispetto, fiducia, sincerità e impegno.

Infatti, gli uomini più delle donne, andrebbero a tampinare la preda su Facebook solo dopo averla conosciuta di persona. E il 27% prima di accettare una richiesta di amicizia proveniente da un utente dell’altro sesso si dedicherebbe a ripulire la propria bacheca Facebook.

Mr. Zuckerberg, che ha l’occhio lungo, ha capito subito che Facebook sarebbe diventato il luogo ideale per conoscere nuove persone, oltre che i propri amici vicini e lontani. Graph Search ne è un esempio come il test sui messaggi privati a pagamento inviati alle persone al di fuori dei vostri contatti.

Su questo tema mi vengono in mente almeno due scene fantastiche che hanno come protagonista Checco Zalone e che non posso non citare. La prima è contenuta nel suo secondo film Che bella giornata , quando conosce la ragazza e la cerca subito su Facebook, lui ha come foto profilo la sua faccia sul corpo di un culturista, viva Photoshop! E la seconda è lo sketch clamoroso a Zelig di Fragola86, rinfrescatevi la memoria, fatevi quattro risate e vi prego, ditemi che non fate come lui.

Poi date anche un’occhiata all’infografica:

photo credit: Www.CourtneyCarmody.com/ via photopin cc