Italiani sempre connessi? Vero. Alta possibilità di connettersi in Italia? Falso. L’esempio principale ne sono gli alberghi. Da una recente analisi dell’Osservatorio di trivago.it è emerso, infatti, che meno del 54% delle strutture italiane dà la possibilità ai propri clienti di connettersi a internet in camera tramite Wi-Fi o cavo. Un dato che non sorprende, visto che il nostro è il paese dove devi stare attento anche a quale operatore telefonico scegli e in quale città.

Nella classifica mondiale dei Paesi con la più alta percentuale di hotel che offrono l’accesso alla rete nelle stanze, il nostro si classifica tra le ultime 8 posizioni, migliore solo rispetto a Finlandia, Cipro, Germania, Grecia, Austria, Spagna e Portogallo.

La prima posizione in classifica va agli Stati Uniti che con ben 89,09% si aggiudicano lo scettro di “paese meglio connesso al mondo”.

In seconda posizione troviamo la Nuova Zelanda con l’82,28% ma stupirà forse il terzo gradino del podio, Romania, dove la percentuale degli hotel che offrono internet dalla stanza raggiunge il 78,65%. Molto alti in classifica anche altri paesi dell’Est come Slovenia (6° posto), Serbia (7° posto), Ucraina (9° posto), Russia (12° posto) e Ungheria (13° posto).