Finalmente sono entrate in vigore il 6 gennaio 2012 le nuove regole per il sistema elettronico per la tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi, queste nuove regole sono state fortemente volute dal Ministero dell’Ambiente.

L’obiettivo delle nuove norme integrate nella vecchia legge è quello di rendere l’operabilità dello smaltimento più semplice per le imprese.

La nuova norma definisce meglio il concetto di “unità locale”, cosi come le norme che l’impresa è obbligata a supportare per il mantenimento in sicurezza.

Cos’è il SISTRI

Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) è stato ideato nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania.

Link sito