Chi fine ha fatto il più “famoso” pirata della rete di questi ultimi anni ?

Il creatore di Megaupload dopo aver passato un pò di tempo nella prigione di Coatsville (Nuova Zelanda) ora è libero come un “frinquello”, e in rete circolano voci che sta già pensando di riaprire un servizio simile a quello per cui è stato arrestato.

Il “pirata” era stato arrestato dall’Fbi sotto la spinta del governo degli Stati Uniti e i potentissimi studios di Hollywood, ma il processo a Kim Dotcom (questo il suo nome) non si farà, troppi errori legali, e troppo pochi i requisiti per estradarlo negli Usa.

Megaupload non può essere accusato di condotta criminale perché non si trova sotto la giurisdizione degli Stati Uniti.
Non solo le accuse sono cadute ma il creatore di Megaupload dichiara:

“Avete rovinato il mio business e avete distrutto oltre 220 posti di lavoro”