La tecnologia di trasmissione dati WI-FI è ormai da tempo consolidate e “ferma” nelle sue sperimentazioni, certo la portata del segnale negli anni è aumentata notevolmente ma nessun tipo di innovazione “considerevole” è stata apportata, ma oggi tutto questo può essere sfatato grazie all’intuizione di un ricercatore Italiano ostinato.

La nuova tecnologia scoperta (e testata) permetterà (se attuata) di trasmettere i segnali radio o televisivi in un modo completamente diverso rispetto a quanto si è fatto finora, moltiplicando i canali all’ infinito senza limitiazioni di banda.

Il ricercatore Fabrizio Tamburini, studioso precario all’ università di Padova pubblica i suoi ultimi risultati sull’autorevole New Journal of Physics con grande semplicità e orgoglio, in sostanza la tecnica di trasmissione studiata da Tamburini rivoluziona il modo di inviare le onde elettromagnetiche, infatti queste ultime vengono lanciate attorcigliate in un vortices questo permette di superare il limite dei canali a disposizione.

Fabrizio Tamburini collabora con l’università di Padova come precario guadagnando uno stipendio non certo da “studioso” o politico, questa è la realtà Italiana, studiosi capaci e volenterosi che non trovano spazio o fondi per le loro idee che potrebbero cambiare il mondo e dall’altra parte una politica “ricca” e “costosa” che non molla “l’osso”.

Spero proprio che il “caro” (in tutti i sensi) Monti cambi veramente le cose, e che il genio delle teste Italiane abbia il riconoscimento (anche monetario) che gli spetta.