E’ iniziato da poco il Grande Fratello, il reality show più seguito, criticato, twittato, osannato, maledetto, copiato, bistrattato e parodiato della televisione. Giunto ormai alla sua tredicesima reincarnazione – un buddista avrebbe già raggiunto il Nirvana cinque volte fa – continua a fare record di ascolti sia sul piccolo schermo televisivo che su quello piccolissimo degli smartphone, confermandosi come la serie più seguita su Twitter e rafforzando la mia sensazione che gli italiani siano un popolo di voyeur repressi.
Impossibile, per quanto si siano selezionati con cura i propri following, non essersi imbattuti almeno una volta nell’hashtag #GF13 sfogliando la propria timeline. Visto l’impatto mediale del programma (un evergreen nonostante lo svolgimento di ogni serie sia prevedibile come un film porno e due volte meno divertente) e l’infausta mania di esprimere la propria opinione su qualunque argomento, di sicuro anche voi sarete stati tentati almeno una volta di scrivere su Twitter qualche battuta su questo reality, magari – orrore – proprio guardandone una puntata.
Se avete davvero intenzione di farlo, prendete un bel respiro profondo, contate fino a 10 e date una bella testata alla parete davanti a voi: è una pessima idea. Vi spiego brevemente perché:

  1. Non c’è niente da commentare. Quest’anno non va in onda il consueto “Mai dire Grande Fratello” della Gialappa’s Band: un indizio inequivocabile del fatto che questa edizione sarà più noiosa della telecronaca di una corsa tra lumache;
  2. Se siete delle Tweetstar, i vostri followers interpreteranno i vostri tweet sarcastici ed acidi come invidia per non essere stati invitati nel reality e vi defolloweranno;
  3. I vostri followers penseranno – anzi, avranno la conferma – che avete un sacco di tempo da perdere per guardare questa scemenza e vi defolloweranno;
  4. I vostri followers penseranno che seguite il programma solo perché è su Mediaset, quindi vi bolleranno come filo berlusconiani. E vi defolloweranno tutti, tranne i milanisti;
  5. Se seguite anche solo una puntata, poi vi sentirete in obbligo di vederle e commentarle tutte. E vi defollowerà anche vostra nonna;
  6. Se siete maschi in età fertile, sappiate che questo programma – anche visto per soli 10 minuti – può nuocere gravemente alla salute del vostro apparato riproduttivo, che potrebbe rompersi inesorabilmente. Se volete avere figli, non guardatelo quindi;

Ultimo e più importante punto: se guardate e twittate sul Grande Fratello, i suoi autori si convinceranno che resta un format di successo e lo riproporranno anche l’anno prossimo. E quello dopo ancora.
Fatelo per le generazioni future.

Cordialità,
Il Triste Mietitore

(Foto by InfoPhoto)