Google ha presentato a Venezia, il progetto Grand Tour d’Italia: un viaggio virtuale tra alcuni dei tesori artistici del Paese. Da Venezia a Palermo, passando per Siena e Roma, sarà possibile intraprendere un tour digitale su Google Arts & Culture tra alcune delle bellezze culturali italiane, rivivere tradizioni senza tempo, guardare da vicino capolavori ad altissima risoluzione e scoprire innovazioni, che hanno cambiato per sempre il mondo moderno.

300 anni fa il Grand Tour era un viaggio tre le città d’arte e la cultura del Bel Paese, alla portata di pochi. Oggi la scoperta dei tesori culturali e delle tradizioni dell’Italia viene reinterpretata attraverso la tecnologia di Google e il racconto di istituzioni culturali partner del Google Cultural Institute tra cui il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, la Fondazione Musei Civici di Venezia, l’Accademia dei Fisiocritici, il Consorzio per la Tutela del Palio di Siena, Outdoor Project, il Teatro Massimo di Palermo e reso disponibile per tutti nel Grand Tour d’Italia.

4 città, 7 Cardboard tour, 25 video, 21 Tour con Street View, 38 mostre digitali, oltre 1300 tra immagini, fotografie, video e documenti in italiano e in inglese per scoprire curiosità, storie legate alla cultura e all’intrattenimento, ma anche alla scienza, allo sviluppo urbano, alle innovazioni e molto altro ancora, questo è il Grand Tour d’Italia.

Per esempio, gli utenti potranno immergersi nell’atmosfera del Redentore, scoprire le origini e la storia, o con un semplice visore Google Cardboard vivere la magia della festa e dei suoi fuochi d’artificio in un’esperienza a 360°.

Potranno anche provare l’emozione di una tradizione che plasma la vita di un’intera città, vivendo i preparativi del Palio di Siena. In un clic arriveranno a Pienza per scoprire come una piccola cittadina di 3 mila abitanti abbia dato il via ad un nuovo approccio urbano, utilizzato poi nelle più grandi città moderne, come Brasilia. Potranno passeggiare virtualmente per Roma e fermarsi davanti alla statua di Pasquino, scoprire la storia delle statue parlanti e delle Pasquinate, antesignani dei più moderni social media; entrare nel Teatro Massimo di Palermo, il più grande edificio teatrale lirico d’Italia e tanto altro ancora.