Google ha annunciato che ritirerà il 12 marzo 2018 il suo vecchio client software Google Drive che in passato era utilizzato per sincronizzare i file tra i dispositivi locali e il suo servizio cloud. Questo significa che chi ancora utilizza il vecchio client Google Drive non potrà più farlo a partire dal prossimo 12 marzo 2018. Il supporto, però chiuderà prima, e cioè il prossimo 11 dicembre 2017.

L’annuncio di Big G, però, non sorprende più di tanto visto che la società, di recente, aveva lanciato il nuovo client “Google Backup and Sync” (Scarica Backup e Sincronizzazione in italiano). Trattasi di un programma che combina le funzioni del vecchio client di Google Drive con quelle di Google Photo. È disponibile per i sistemi operativi Windows e Mac e supporta la sincronizzazione di qualsiasi cartella e file con il cloud di Google.

In altre parole, con questa scelta, Google vuole semplicemente fare in modo che i suoi utenti utilizzino, tutti, il nuovo programma, abbandonando quello vecchio. Una scelta dettata anche dal fatto che supportare due software, di cui uno obsoleto, è un grande spreco di risorse.

I clienti Google Apps, invece, potranno usare Drive File Stream che sarà disponibile a partire dal prossimo 26 settembre 2017. Drive File Stream e Backup e Sync sono molto simili tra loro, ma il primo possiede qualche caratteristica in più pensata per i professionisti ed il mondo business ed in particolare per agevolare la collaborazione dei team di lavoro.